Sabato 10 Dicembre

Juventus, scoppia il caso per il baby Kean. Marotta: “è una vergogna”

LaPresse/Daniele Badolato

Commissioni che la Juventus non vuole pagare, tensione alla stelle e Marotta che non le manda a dire: in casa Juventus scoppia il caso per il baby Kean

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus-Mino Raiola, tensione alle stelle. Pogba? No no, a far infuriare i dirigenti bianconeri è il caso sollevato intorno al baby talento Kean, già nella scuderia del noto agente. La Gazzetta dello Sport in edicola stamane prova a ripercorrere la vicenda: la Juventus vuole mettere sotto contratto il ragazzo, appena 16enne, senza però pagare le commissioni ad alcun procuratore. Una situazione che ha mandato su tutte le furie l’amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta che ha parlato così alla Gazzetta dello Sport: “L’avvocato Vittorio Rigo si è presentato dai dirigenti del settore giovanile della nostra società chiedendo una cifra spropositata. La Juventus, come il Barcellona, non intende pagare alcun procuratore per i ragazzi di 16 anni , così come è stato indicato dalla Fifa e sebbene non sia stato recepito dal regolamento della Federcalcio. Questa è una cosa che la Juventus non può accettare, è una vergogna”.