Venerdi 9 Dicembre

Italia, il dopo Conte è già iniziato: il nuovo Ct lo sceglie… Oriali, ma è corsa a due per la panchina

LaPresse/Massimo Paolone

E’ già iniziata da tempo la corsa al sostituto di Antonio Conte per il ruolo di Commissario Tecnico della Nazionale azzurra: ecco candidati e favoriti

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Caos azzurro. Inaspettato? No, assolutamente. Perché la notizia dell’addio di Antonio Conte alla panchina della Nazionale subito dopo l’Europeo era ormai nota da tempo, resta solo da capire se annunciare la decisione con largo anticipo possa trasformarsi in un pericoloso boomerang. Ma chi sarà il successo di Conte sulla panchina azzurra? Altro nodo da sciogliere ed in questo caso la risposta è tutt’altro che scontata. Il primo nome sul taccuino della FIGC, Carlo Tavecchio in testa, è quello di Massimiliano Allegri, ma dopo aver rifiutato la corte del Chelsea sembra difficile che l’allenatore bianconero lascia la Juventus a fine stagione.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

La candidatura più forte rimane al momento quella di Roberto Mancini: l’allenatore dell’Inter sembra rispondere appieno all’identikit perfetto del nuovo Commissario Tecnico azzurro, il rapporto di stima e amicizia con Lele Oriali il fattore in più che potrebbe fare la differenza e risultare decisivo nella scelta. Più staccata, ma sempre viva, la candidatura di Roberto Donadoni: l’allenatore de Bologna, che in passato ha già guidato la Nazionale, sembra intenzionato a proseguire sulla panchina di una squadra di club. Nella corsa al dopo Conte, l’outsider è Claudio Ranieri: nel caso di successo in Premier League del suo Leicester, l’allenatore italiano potrebbe decidere di lasciare da vincete. Mancini e Ranieri il pole position per il dopo Conte, ma la corsa alla panchina azzurra è ancora tutta da disputare.