Mercoledi 7 Dicembre

Insigne fa sognare l’Italia, Aduriz la risveglia: al Friuli la Spagna ferma gli azzurri 1-1

LaPresse/ Fabio Ferrari

Succede tutto nella ripresa, l’Italia scappa con Insigne ma la Spagna la riacciuffa con Aduriz. Nel finale Zaza sfiora il bis

Insigne illude al 23′ della ripresa, Aduriz gela il Friuli due minuti dopo: finisce 1-1 l’amichevole di Udine fra Italia e Spagna ma ottima prestazione degli azzurri che avrebbero sicuramente meritato di più. Conte sperimenta come anticipato un 3-4-3 con Eder e Candreva ai lati di Pellè, in mezzo Parolo e Thiago Motta e sulle fasce Florenzi e Giaccherini, con Darmian, Bonucci e Astori a protezione di Buffon.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Nella Spagna inedito tandem offensivo formato da Morata e Aduriz con Mata a supporto. Prima chance per gli azzurri al 6′: Candreva si invola sulla destra e mette in mezzo, Ramos va in spaccata per anticipare Pelle’ e per poco non beffa il suo portiere, con la palla che carambola sul palo prima di finire sul fondo. L’esterno della Lazio è ispirato e l’Italia e’ brava a sfruttare l’asse di destra, vedi al 25′ quando il recupero di Mata e’ provvidenziale sulla conclusione al volo di Giaccherini dopo l’ennesimo cross di Candreva. Nel finale di tempo azzurri ancora pericolosi prima con Eder e Pelle’ ma De Gea e’ pronto. Spagna nella ripresa con Nacho e Koke al posto di Ramos e Mata ma l’Italia tiene sempre in apprensione la retroguardia di Del Bosque. La manovra delle Furie Rosse e’ sterile e gli azzurri sono micidiali nelle ripartenze: al 14′ Insigne (entrato per Eder)impegna da fuori De Gea e sul successivo angolo Bonucci di testa sfiora la rete, passano poi quattro minuti e il portiere dello United si oppone al diagonale di Florenzi.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Conte butta dentro Zaza e Bernardeschi per Pelle’ e Candreva e al 23′ l’Italia finalmente passa: percussione centrale di Bernardeschi che allarga a sinistra per Giaccherini, palla subito dentro dove Insigne infila De Gea. La gioia azzurra, pero’, dura appena due minuti perche’ al primo vero affondo la Spagna trova il pari: punizione di Fabregas, sul colpo di testa di Morata – in posizione dubbia – Buffon non trattiene e da due passi Aduriz timbra il cartellino. L’Italia non ci sta, Insigne prova a sorprendere De Gea con un pallonetto da fuori area ma l’estremo difensore spagnolo riesce a rifugiarsi in angolo, nel finale Morata prova in due occasioni a trovare gloria prima di lasciare il posto a Paco Alcacer. C’e’ spazio anche per il debutto di Jorginho ma la Spagna (ultima vittoria azzurra nell’agosto 2011) resta tabù. (ITALPRESS).