Mercoledi 7 Dicembre

Gentile shock: “ero vicino alla Juventus, ma dopo la lite con la FIGC non mi fanno più allenare”

GIUSEPPE BELLINI

Claudio Gentile, ex allenatore della Nazionale Under 21, svela come dopo il battibecco con la FIGC fatichi ad allenare in Italia. Juventus compresa…

Le verità di Claudio Gentile raccolte in uno sfogo che molto probabilmente covava da tempo. “Sono 10 anni che non riesco a sedermi su una panchina di un club italiano. Ho richieste dall’estero ma non capisco perché in Italia non riesco ad allenare. Dopo il diverbio con la Federazione nessuno osa chiedermi di farmi allenare una squadra italiana”, stoccata diretta, nessun giro di parole. Nel corso di un’intervista rilasciata a ‘inBlu Radio’ e ripresa da TuttoMercatoWeb.com, l’ex Commissario tecnico della Nazionale U21 non nasconde tutta la sua amarezza per la situazione che si è venuta a creare e poi svela come per ‘colpa’ della FIGC non si è seduto sulla panchina della Juventus: “Sono stato vicino alla panchina della Juventus, ma ho dovuto rinunciare per una promessa che mi era stata fatta dai dirigenti federali. Li avvisai dell’opportunità della Juventus, loro erano in Germania e mi dissero ‘quando torniamo mettiamo tutto a posto’. Poi è stato chiamato per la panchina dell’Italia Roberto Donadoni e io non ho fatto più parte del progetto. Ho fatto attendere la Juve per una questione di rispetto: la Nazionale mi aveva dato la possibilità di fare l’allenatore e ho atteso la loro decisione. Purtroppo le cose sono andate così“.