Lunedi 5 Dicembre

F1, Verstappen e quel ‘record’ da battere: “Toro Rosso mai a punti in Bahrain? Proviamoci”

LaPresse

Il pilota della Toro Rosso sogna di regalare i primi punti in Bahrain alla scuderia di Faenza ma sono molte le insidie da affrontare

Il vento del deserto, il lungo rettilineo e un record negativo da infrangere. Non si prospetta per niente semplice il week-end del Bahrain per Max Verstappen che si presenta sul circuito di Sakhir con l’obiettivo di portare in zona punti la Toro Rosso, impresa mai riuscita in precedenza sul tracciato asiatico.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Saranno tante le insidie da evitare, il pilota olandese ne rivela una su tutte: il lungo rettilineo che lo scorso anno lo ha costretto a subire numerosi sorpassi. “Il circuito del Bahrain ha un rettilineo lunghissimo: talmente lungo che, lo scorso anno, proprio lì ho subito diversi sorpassi… Non è una bella sensazione: dentro di te continui a dirti “andiamo, andiamo!”: è frustrante, ma non c’è molto da fare quando un’altra macchina è più veloce di te. Ricordo un sacco di bandiere nazionali sulla sinistra – continua Verstappen – dopo le prime tre curve. Le avevo subito osservate durante il track walk e così poi le notavo con la coda dell’occhio quando ci passavo in macchina. Le curve 5, 6 e 7 sono un po’ difficili da affrontare la sera, perché i punti di frenata cambiano, ma è comunque un bel tratto del tracciato: le curve veloci mi piacciono sempre molto. La 9 e la 10 sono parecchio toste, perché lì è facile bloccare l’anteriore e spiattellare le gomme, assolutamente da evitare durante la gara! In generale, è davvero speciale correre di sera, mentre fa buio. Speriamo che quest’anno avremo modo di segnare punti, perché la Toro Rosso non ci è mai riuscita in Bahrain! Quindi, questo è certamente un obiettivo che cercherò di raggiungere“.