Venerdi 9 Dicembre

F1 – stop per Alonso, Fernando svela: “ho una costola rotta”

LaPresse/PA

Fernando Alonso racconta l’evoluzione dei suoi dolori dopo l’incidente di Melbourne

La stagione 2016 di F1 è finalmente iniziata. I piloti sono saliti a bordo delle loro monoposto due settimane fa a Melbourne dove, dopo una spettacolare partenza delle Ferrari, hanno trionfato le Mercedes di Nico Rosberg (primo) e Lewis Hamilton (secondo), aiutati anche dalla bandiera rossa sventolata a causa dell’incidente di Alonso, che ha permesso loro di cambiare strategia e adottare quella vincente. Dopo la pausa pasquale i piloti sono adesso pronti per un nuovo appassionante week end in pista. Lewis Hamilton e colleghi sono pronti per duellare in Bahrain.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il weekend di F1 inizia con un grande botto: Fernando Alonso non gareggerà, i medici della FIA hanno preferito tutelare il pilota e hanno chiesto ulteriori esami. Il pilota della McLaren, in conferenza stampa, ha raccontato la sua settimana dopo l’incidente. “Provo adesso male un po’, settimana scorsa stavo bene, la domenica un po’ di dolore al ginocchio, ma niente di grave. Ho avuto il via libero dei dottori e ho potuto lasciare il tracciato. Lunedì avevo un po’ di dolori sparsi generali ma niente di troppo grave anche qui, sono rientrato in spagna, i dolori erano più o meno costanti anzi pochettino peggiorati, ho fatto un controllo ed è stato identificato uno pneumotorace quindi abbiamo seguito il consiglio dei medici di rilassarmi, stare a casa e cercare di far si che tutto si normalizzasse. Abbiamo verificato di nuovo lunedì, lo pneumotorace non c’è più ma c’è una piccola frattura alle costole.

LaPresse

LaPresse

La F1 prevede una posizione molto particolare nella macchina e la forza G fa si che ci sia il rischio di peggiorare quell’incrinatura e di rompere la costola, chiaramente non è poi come un braccio e una gamba, lì vicino ci sono organi vitali e prendere questi rischi non si può“, ha spiegato lo spagnolo. “Non riesco sempre a dormire bene, però vorrei starci su quella macchina, vorrei provare, vedere come mi sento. Questo è  lo sport automobilistico, sappiamo che può sempre succedere qualcosa ma ci piace così tanto che il rischio è chiaro“, ha concluso Alonso.