Giovedi 8 Dicembre

Delvecchio racconta Totti: “ecco come ci caricò prima della sfida Scudetto con la Juventus”

LaPresse/Reuters

Marco Delvecchio, ex attaccante della Roma, ricorda le ore che precedettero la sfida Scudetto con la Juventus e la carica speciale di Francesco Totti

Un ricordo giallorosso sempre più nitido, Marco Delvecchio è stato uno degli attaccanti simboli della Roma nel decennio 1995-2005. 231 presenze e 65 gol (molte delle quali nei derby) e, oggi che è opinionista sportivo, il ricordo di quegli anni torna in maniera prepotente. Ospite negli studi di ‘House of Football’ su Fox Sport, Delvecchio ha raccontato un Totti per molti inedito: “Francesco è stato il mio compagno di squadra a Roma e in Nazionale, l’ho visto crescere da quando era un ragazzino. Molto simpatico – le parole dell’ex attaccante della Roma riportate da CalcioMercato.com – per il suo modo di fare, anche nel parlare in dialetto con altri compagni di squadra romani. Una cosa che mi ricordo, nella stagione 2000-2001, dovevamo andare a giocare fuori casa con la Juventus ed eravamo 6 punti d’avanti; quella settimana davano ‘Il Gladiatore’ in televisione. Come di consuetudine, ci raduniamo con tutta la squadra la sera prima della partita per ascoltare le parole del capitano, così Checco fa ‘Ragazzi, andiamo e scateniamo l’inferno’ come le parole del film. Dopo 20 minuti di partita, 2 a 0 per i bianconeri. L’effetto non era stato quello desiderato, poi però ci siamo ripresi, pareggiando 2-2 grazie a Nakata e Montella”.