Venerdi 9 Dicembre

Dal Paradiso all’Inferno, la Juventus spreca e il Bayern la punisce: all’Allianz Arena finisce 4-2

LaPresse/Daniele Badolato

La Juventus scappa subito avanti 0-2 con Pogba e Cuadrado. Nella ripresa Lewa e Muller pareggiano i conti, nei supplementari Thiago e Coman fanno sorridere Pep

Match da mille e una notte quello che va in scena all’Allianz Arena tra Bayern Monaco e Juventus. Il 2-2 maturato all’andata non lascia tranquille le due squadre che con una rete potrebbero piegare a proprio favore le sorti dell’incontro. Problemi per Allegri che deve fare a meno di Dybala, Chiellini e Marchisio mentre Guardiola recupera Ribery ma perde Robben. Partono fortissimi i bianconeri che già dopo sei minuti sono in vantaggio grazie al gol di Paul Pogba, abile a sfruttare un errore di Alaba per trafiggere Neuer e siglare l’1-0.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Colpito a freddo, il Bayern prova ad abbozzare una reazione ma è sempre la Juventus a rendersi pericolosa con Morata che si vede annullare una rete per una presunta irregolarità fischiata dal direttore di gara. Passano cinque minuti e, questa volta, il raddoppio della Juventus è regolare. Galoppata di quaranta metri dello scatenato Morata che, arrivato al limite dell’area, serve Cuadrado per lo 0-2 juventino. Messi alle strette, i bavaresi si lanciano alla ricerca del punto che riaprirebbe la contesa, ma Muller e Lewandowski falliscono la più semplice delle occasioni a due passi da Buffon. Prima dell’intervallo, Cuadrado va vicino al tris, ma Neuer respinge sul palo la conclusione del colombiano. Nella ripresa Guardiola prova a cambiare le carte in tavola inserendo Bernat e Coman per Benatia e Xabi Alonso, ma la Juventus gestisce senza patemi il vantaggio. Improvvisamente, a venti minuti dalla fine, il Bayern riesce a dimezzare lo svantaggio grazie a Lewandowski, abile a girare in rete un perfetto cross di Douglas Costa. Il Bayern spinge e, quando ormai sembra finita, trova il preziosissimo 2-2 con Muller che allunga il match ai tempi supplementari. I tedeschi, ormai sulle ali dell’entusiasmo, sovrastano i bianconeri andando vicino al tris nel primo extra-time per poi dilagare nel secondo, trovando i gol vittoria con Thiago Alcantara e l’ex Coman. Ai quarti ci va il Bayern, la Juventus si ferma dopo averci creduto davvero.

Lapresse/EFE

Lapresse/EFE

Nell’altra sfida di serata, tutto facile per il Barcellona che stende l’Arsenal anche nel return match del Camp Nou, dopo averlo battuto a domicilio all’Emirates. Passano in vantaggio i blaugrana con Neymar, bravo a sfruttare a dovere un bell’assist di Suarez. Nella ripresa i gunners ristabiliscono la parità con Elneny, prima che il Barcellona chiuda definitivamente con l’uno-due decisivo firmato Suarez e Messi.