Venerdi 9 Dicembre

Caso-Sharapova: l’inventore del Meldonium ‘smaschera’ la tennista

LaPresse/Reuters

L’azienda produttrice del Meldonium sottolinea come il farmaco abbia effetti curativi solo se assunto per un mese, non per dieci anni come riferito dalla Sharapova

Il Meldonium è il farmaco del momento, tutto il mondo dello sport si interroga sulla medicina che potrebbe sconvolgere la carriera di Maria Sharapova.

aaameldonium La tennista russa ha rivelato, proprio durante la conferenza stampa di ieri sera, di aver assunto il Meldonium per un lasso di tempo di dieci anni, sottolineando di aver scoperto del suo divieto di assunzione solo recentemente a seguito di un controllo antidoping. L’azienda produttrice del farmaco, però, è intervenuta sulla vicenda facendo sapere che questo farmaco viene di solito assunto per 4-6 settimane, e non dieci anni come rivelato dalla Sharapova. “Non chiederò alla Wada il perchè del divieto riguardante il mio farmaco – commenta alla Tass l’inventore del Meldonium Ivar Kalninshperchè essa non adduce prove, ma prende solo le decisioni. Penso che in un certo senso sia una decisione presa solo verso gli atleti dell’est. La Wada non ha nessuna prova scientifica che il Meldonium sia doping“.