Lunedi 5 Dicembre

Caso Regeni, l’urlo di Andrea Abodi: “Non ci volteremo dall’altra parte, verità e giustizia per Giulio”

LaPresse / Piero Cruciatti

Andrea Abodi, presidente  della Lega calcio di Serie B, è intervenuto in merito al caso Regeni dichiarando la volonta dello sport italiano di non restare insensibile davanti a questa vicenda

Andrea Abodi, presidente della Lega calcio di Serie B è intervenuto sulla vicenda Regeni, il giovane italiano ritrovato morto in Egitto, con evidenti segni di tortura sul corpo: “Giulio è un italiano, un ragazzo che stava facendo un’esperienza umanitaria all’estero, il suo caso rientra nel perimetro delle nostre attenzioni. La sua tragedia non può che collegarsi a un’esigenza di verità, da parte della sua famiglia e nostra. È giusto che il mondo del calcio si unisca alla richiesta della famiglia e noi dobbiamo supportarla” ha dichiarato all’Ansa. Abodi ha inoltre dato piena disponibilità ad aderire all’appello di Antigone e Amnesty international, che hanno chiesto di veder scendere in campo le squadre di calcio con lo striscione <Verità e giustizia per Giulio>.

Troveremo le forme per poter rispondere a quest’appello poi studieremo con la Figc e la Lega di A la formula più adeguata. Sicuramente non ci sottrarremo, nè ci volteremo dall’altra parte. È una richiesta di giustizia e una doverosa risposta che dobbiamo alla famiglia. Non rimarremo insensibili” ha concluso Abodi.