Venerdi 9 Dicembre

Caso Marchisio, l’invito al ‘buio’ dall’Istituto dei Ciechi: “ci venga a trovare”

Claudio Marchisio - calciatore

Dopo la polemica che lo ha visto protagonista nei giorni scorsi, per Claudio Marchisio e la Juventus arriva l’invito da parte dell’Istituto dei Ciechi di Milano

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Il tweet della discordia continua a far discutere. Ha scatenato un polverone l’attacco di Claudio Marchisio al telecronista Rai nel corso di Inter-Juventus di Coppa Italia. Il centrocampista bianconero è finito al centro delle critiche per aver definito ‘non vedente’ il giornalista, un’affermazione che ha scatenato anche diverse reazioni tra le persone colpite da questo grave handicap. Tra queste, anche quella di Franco Lisi, direttore scientifico dell’Istituto dei Ciechi di Milano: “pur essendo tifoso della Juventus, non sono un follower di Marchisio ma in ogni caso lascerei passare, non lo boccerei su questo. Dovremmo stare più attenti al linguaggio che utilizziamo: le parole possono uccidere come delle pallottole. Invito Marchisio e tutta la Juve a venire a trovarci e visitare la mostra ‘Dialoghi nel buio’.

marchisio allegriIo stesso giocavo a calcio e ci divertivamo ma questo la gente non lo sa. La gente non sa tante cose a proposito dei ciechi. I ragazzi possono anche twittare, proprio come Marchisio. Noi abbiamo ciechi che seguono le partite alla radio che vanno addirittura allo stadio. A volte ci si sofferma e si spende del tempo su piccole battute che nascono da una reazione estemporanea ma non funziona, non bisogna strumentalizzare. Invito personalmente Marchisio e tutta la squadra della Juventus a vivere l’esperienza di “Dialoghi nel buio”, nel buio più assoluto e lanciarci una palla sonora”. Un invito impossibile da rifiutare.