Venerdi 9 Dicembre

Caso Bonucci-Rizzoli, Marotta: “comportamento normale. Arbitri? Decisivi in Europa, non in Italia”

Parole destinate a far discutere quelle dell’amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta: “Bonucci-Rizzoli? Comportamento normale”

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Da parte nostra c’è sempre l’invito ad una maggiore formalità, ma ritengo il comportamento di Bonucci  assolutamente normale. Il problema è che la Juventus è sempre sotto la lente d’ingrandimento”, parole che fanno riflettere anche perché a pronunciarle ai microfoni del Corriere dello Sport non è un semplice tifoso bianconero, ma l’amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta. Il dirigente juventino ha poi aggiunto: “Le polemiche arbitrali? C’è una diversità strutturale tra la Champions League e il campionato – si legge su Goal.com – la Champions è un torneo dove un episodio ti può buttare fuori come è successo nella partita contro il Bayern, quindi in quel caso l’errore è determinante. In un campionato io ritengo che i valori alla fine vengono fuori al di là di quelli che possono essere gli errori umani da parte degli arbitri”.

LaPresse/XinHua

LaPresse/XinHua

Marotta torna poi sull’episodio Bonucci-Rizzoli: “è normale che la discrezionalità e l’errore arbitrale siano delle componenti che nel calcio neanche la moviola è in grado di debellare. Mi riferisco a quanto emerso da più parti, che doveva essere espulso Bonucci, il quale invece è stato semplicemente ammonito, perché io credo che Rizzoli in quel momento era in grado di intendere e volere e ha usato lo strumento dell’ammonizione, perché non ha ravvisato nessun comportamento sbagliato da parte sua. Le tante vittorie della Juventus hanno portato a una cultura dell’invidia…”.