Venerdi 9 Dicembre

Casertana, rabbia ultras: incendiata l’auto di De Angelis dopo la sconfitta contro il Benevento

LaPresse / Cafaro Gerardo

I tifosi della Casertana, arrabbiati dopo la sconfitta per 6-0 subita a Benevento, si sfogano dando alle fiamme l’auto di De Angelis

Ancora un bruttissimo episodio di violenza in Lega Pro con protagonisti i tifosi. Dopo i supporters del Foggia, questa volta sono quelli della Casertana a dar vita a uno spettacolo negativo. I rossoblù hanno perso 6-0 a Benevento, fornendo una prestazione molto al di sotto delle aspettative. Risultato arrivato in una scontro diretto tra prime della classe che poteva sancire il sorpasso in testa alla classifica. La “vendetta” dei tifosi non si è fatta attendere e, a farne le spese, è stato l’attaccante campano Gianluca De Angelis che, questa mattina, ha ritrovato la propria auto carbonizzata. Inizialmente la polizia aveva ipotizzato che si fosse trattato di un corto circuito, ma a smentire l’ipotesi è stato lo stesso calciatore sul suo profilo Facebook: “non è un corto circuito. Alla macchina è stato rotto il vetro e buttato un fumogeno all’interno che ha causato l’incendio. Tuttavia se un ‘corto circuito’ comporta la rottura dei vetri e il lancio di un fumogeno, allora ok, sono d’accordo con questa ipotesi“.