Lunedi 5 Dicembre

Bugatti Chiron e Lamborghini Centenario, chi è la regina del Salone di Ginevra 2016? [FOTO]

In occasione del Salone di Ginevra 2016 sono state svelate due delle hypercar più strepitose degli ultimi anni

Il Salone di Ginevra 2016 (3-13 marzo) si presenta come una delle migliori manifestazioni legate al settore automotive degli ultimi anni, grazie ad una cascata di interessanti e tecnologiche novità, presentate proprio in queste ore dalle tantissime Case automobilistiche internazionali presenti alla manifestazione. Tra le vetture che hanno destato più interesse e stupore, troviamo certamente le due esotiche e super potenti hypercar battezzate rispettivamente Lamborghini Centenario e Bugatti Chiron [Guarda la FotoGallery]. Cerchiamo ora di capire quale di queste due incredibili vetture si merita lo scettro di Regina del Salone .

Lamborghini Centenario [FOTO]

Realizzata per celebrare i cento anni dalla nascita di Ferruccio Lamborghini, fondatore della Casa di Sant’Agata bolognese, la Lamborghini Centenario si presenta come una vettura estremamente elitaria ed estrema, realizzata in appena 40 esemplari (20 coupé e altrettante roadster), tutte già vendute, al prezzo esorbitante di 1, 75 milioni di euro che superano i 2,13 milioni se si aggiunge l’IVA.lamborghini centenario (7)

Sviluppata partendo dall’ottima base dell’Aventador, la Centenario è lunga 4.924 mm, alta appena 1.143 mm e sfoggia una carrozzeria in fibra di carbonio a vista caratterizzata da un inedito kit aerodinamico basato su nuovi profili applicati all’anteriore, grandi branchie sul cofano anteriore e laterali, senza dimenticare l’ala attiva installata sulla coda e l’estrattore dalla forma particolarmente originale e articolata, capace di regalare un effetto suolo senza precedenti.

Grazie all’uso di materiali leggerissimi, l’auto pesa appena 1.520 kg, mentre posizionato centralmente troviamo il V12 aspirato più potente della storia della Casa del Toro: 770 CV che permettono di ottenere un rapporto peso-potenza di 1,97 kg/CV , capace di proiettare la hypercar italiana oltre il muto dei 350 km/h e farla schizzare da 0 a 100 km/h in appena 2,8 secondi, mentre da 0 a 300 km/h ci si arriva in soli 23,5 secondi: davvero impressionante

Bugatti Chiron [FOTO]

Appena presentata a Ginevra, la Bugatti Chiron ha vinto immediatamente un primato, ovvero quello di auto più potente e costosa del Salone, ma cerchiamo di andare per ordine. La Chiron si presenta come erede dell’altrettanto estrema Bugatti Veyron, cercando così di surclassare l’esclusività e le incredibili prestazioni di quest’ultima.bugatti chiron (2)

Il corpo vettura dell’hypercar franco-tedesca (Bugatti fa parte dell’orbita Volkswagen, proprio come Lamborghini) misura 4,54 metri di lunghezza e oltre 2 metri di larghezza, per una massa che assecco raggiunge quota 1.995 kg. L’estetica è una chiara evoluzione di quella della Veyron, enfatizzata nel frontale dai suggestivi fari a LED dalla forma sottile che separano la tipica mascherina a ferro di cavallo. Un altro dettaglio che distingue l’auto è da ricercarsi nella forma a “C” della fiancata che integra le prese d’aria e contribuisce ad ottimizzare l’aerodinamica. L’abitacolo della vettura è un sapiente mix tra lusso ostentato e tecnologia, quest’ultima sottolineata da soluzione ad effetto come la strumentazione analogica e digitale con un tachimetro con fondo scala a 500 km/h.

Quest’ultimo dettaglio è giustificato dalla presenza di uno strepitoso propulsore W16 di 8 litri quadriturbo capace di sprigionare sulla trazione integrale ben 1.500 CV e 1.600 Nm: si tratta di un vero e proprio recordo per una vettura di serie, nonostante la sua tiratura si limiti a 500 esemplari. Questi numeri consentono di raggiungere la soglia dei 420 km/h e di bruciare lo scatto da 0 a 100 km/h in soli 2,5 secondi, il tutto per un prezzo di partenza parti a 2,4 milioni di euro.

Quale scegliere bugatti chiron (11)

La scelta tra due vetture così particolari ed uniche è davvero difficile se non impossibile. Ognuna delle due, a partire dal prezzo, è realmente speciale ed è difficile da giudicare: entrambe sono vetture da collezione, ma la tiratura estremamente limitata della Centenario potrebbe favorirla nelle quotazioni future. Chi desidera invece un’auto che abbia prestazioni senza precedenti dovrà optare per la Bugatti, ovviamente portafogli permettendo.