Venerdi 9 Dicembre

Bologna, Giaccherini racconta: “ecco come è nato il soprannome Giaccherinho”

LaPresse/Anastasi Davide

Protagonista con il Bologna, Emanuele Giaccherini svela come è nato il soprannome Giaccherinho attribuitogli d Antonio Conte

Un passato alla Juventus, un futuro che potrebbe nuovamente tingersi dell’azzurro Europeo e un presente marchiato Bologna. Emanuele Giaccherini è uno dei sorrisi più belli della stagione rossoblù: rientrato in Italia con la formula del prestito con diritto di riscatto dal Sunderland, ha da subito stregato Delio Rossi prima e Donadoni poi. Giaccherini o meglio ‘Giaccherinho’, un soprannome coniato da Antonio Conte che lo accompagna dai tempi della Juventus: “E’ nato prima del gol in Nazionale contro il Brasile. Nasce da una rete segnata proprio contro il Bologna con la maglia della Juventus, quando il mister negli spogliatoi fece un discorso generale sul calcio italiano  dicendo che se io mi fossi chiamato Giaccherinho avrei avuto più clamore”, racconta il centrocampista del Bologna nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Rai Sport. Mentre sul campo continua a stupire, prestazioni che difficilmente passeranno inosservate agli di occhi di Conte. Che per la missione francese potrebbe puntare ancora una volta su Giaccherini… ops, Giacherinho.