Sabato 10 Dicembre

Bayern Monaco, Ribery incorona Coman: “può diventare il mio erede”

LaPresse/REUTERS

Il campione del Bayern Monaco esalta il connazionale prevedendo per lui una carriera da applausi

Il Bayern Monaco e la Francia possono aver trovato il nuovo Franck Ribery: Kingsley Coman. A dare la ‘benedizione’ al 19enne attaccante francese è proprio il Ribery originale, impressionato dal rendimento del giovane connazionale che ieri ha anche segnato la prima rete con la maglia della Francia.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Spero possa essere il mio erede – dice a Goal.com Parlo molto con lui, Kingsley non ha avuto vita facile finora, non ha giocato molto nè al Psg, nè alla Juve. Quando è arrivato a Monaco si è impegnato molto, ha la testa libera e gioca solo a calcio. E sta facendo un buon lavoro. Ma di sicuro può fare ancora meglio: a 19 anni ha solo bisogno di tempo per crescere e imparare dai più vecchi“. E lo stesso Ribery, 32 anni, non risparmia consigli: “voglio aiutare i giovani talenti, voglio aiutarli a migliorare e sto lavorando duro su questo. Ricordo che a 17-18 anni giocavo in terza divisione, tutt’altro mondo. Ma il Bayern offre ai giovani un’enorme opportunità. Non sono quel tipo di persona che esige maggiore rispetto da loro, è una cosa che odio. Nella mia lunga carriera ho fatto tante esperienze ma non sono mai cambiato e apprezzo ogni ragazzo, che sia un calciatore o un cuoco. E se un giovane talento riesce ad arrivare in prima squadra, io sono il suo primo amico. E’ successo con Alaba e altri ed è lo stesso con Coman“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ma Ribery sente di poter essere ancora utile in campo dopo il lungo stop per infortunio: “va sempre meglio, fisicamente mi sento al 100%, posso dare tutto e il mio passo è quello di prima. Dopo l’infortunio ho messo molti minuti nelle gambe, dopo aver giocato tutta la gara col Werder ero titolare con la Juve e ho giocato 101 minuti. Spero di rimanere ad alti livelli e in forma anche in futuro“. (ITALPRESS).