Giovedi 8 Dicembre

Atletica, un solo obiettivo per Valeria Straneo: “correre per Rio”

Valeria Straneo non molla: tanto lavoro e allenamento per tornare a correre per Rio 2016

Lavoro sodo e tanta fatica spettano a Valeria Straneo. L’atleta azzurra ha un solo obiettivo: volare alle Olimpiadi di Rio 2016. La strada davanti alla marciatrice italiana però è tutta in salita. “Il 14 febbraio alla mezza maratona di Verona non avevo potuto concludere la mia gara per un problema bicipite femorale sinistro“. ha spiegato la vicecampionessa mondiale ed europea di maratona.

LaPresse/Federico Ferrramola

LaPresse/Federico Ferrramola

Gli accertamenti hanno riscontrato un edema di quasi cinque centimetri originato da un piccolo scollamento del tendine. Una settimana fa ho fatto un’altra ecografia e per fortuna il versamento si è quasi completamente riassorbito. Se tutto va bene spero di riprendere a correre entro la prossima settimana“, ha aggiunto Valeria che però non molla e continua a lavorare per tornare al più presto in perfetta forma: “piscina, bici e tanti esercizi di core stability. Prima di ricominciare voglio che sia tutto a posto per non rischiare di perdere altro tempo. II giorni passano e i Giochi Olimpici si avvicinano (il 14 agosto è il giorno della maratona femminile, ndr). In questo momento non è facile fare previsioni, ma quello che mi interessa è poter guarire per ritrovare quella continuità negli allenamenti che purtroppo mi è mancata negli ultimi mesi“. Uno sport, la marcia, che manca tanto all’atleta azzurra: “beh, direi proprio di sì. Non ne corro una da New York nel 2014 e, dopo il bel raduno invernale in Kenya, pensavo di poter rientrare domenica prossima a Nagoya (Giappone), ma purtroppo ho dovuto cambiare programmi. A questo punto intendo lavorare solo pensando a Rio con l’intermezzo di una maratona per sbrigare la formalità dell’entry-standard (2h45:00, ndr)“, ha concluso Valeria Straneo.