Domenica 4 Dicembre

Atletica, Tamberi iridato a Portland: “adesso il mio unico obiettivo è vincere le Olimpiadi”

Gianmarco Tamberi si laurea campione del mondo nel salto a Portland

Gara fantastica per Gianmarco Tamberi a Portland. Il giovane atleta azzurro si laurea campione del mondo indoor. Il 23enne di Civitanova è il sesto azzurro a conquistare il titolo mondiale indoor. L’azzurro ha saltato i 2,36 al termine di una gara tutta in ricorsa, condizionata in avvio dagli errori sulle misure più basse. L’argento va al britannico Grabarz (2,33), il bronzo allo statunitense Kynard (stessa misura).

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Marco Fassinotti è nono con 2,25. “E’ una sensazione bellissima anche se non mi fermo per questo, anzi, continuerò a lavorare per quello che è il mio vero obiettivo stagionale, i Giochi olimpici di Rio. Ad un certo punto in me, in pedana, è scattato qualcosa: non potevo più cercare solo di risolvere i problemi tecnici, dovevo semplicemente saltare, tirando fuori tutto quel che avevo“, ha dichiarato al termine della gara il neo campione del mondo. “Alla terza prova, quando ho fatto quel salto a 2.33, che tecnicamente parlando era davvero…osceno, ricco com’era di rabbia, adrenalina, cattiveria, ho capito che se avessi fatto qualcosina meglio sarei riuscito a superare i 2,36. E sapevo che sarebbe valso l’oro. Poi, quando ho visto che tutti stavano sbagliando, ho capito che ce era arrivata la mia chance. Mi ha aiutato l’esperienza, i tanti anni difficili, il supporto del pubblico, e sono riuscito ad andare di là.

LaPresse/Actionpress

LaPresse/Actionpress

Cosa cambia? Quello che sta dietro alla prestazione, l’allenamento, il campo, tutto deve restare uguale, perché io punto a Rio, come ho sempre detto. Questi sono tutti step di preparazione, il mio unico obiettivo è l’Olimpiade: ho fatto cinque gare quest’inverno, le ho vinte tutte, l’ultima era questa, la più difficile. E’ un percorso che porta ai Giochi olimpici. Ho un sogno enorme, salire su quel podio. Per me significherebbe tantissimo. Lo dico sempre, lo ripeto anche qui, a me non piace arrivare secondo“. Infine una dedica della vittoria: “lo voglio condividere con mio padre, la mia ragazza, i miei amici, che forse sto un po’ trascurando in questo periodo, ma quando si ha un obiettivo così grande, forse è anche normale che succeda. Oggi voglio condividere con tutti loro questo mio risultato. Ora si festeggia, poi si riparte, per l’obiettivo più grande“.

LaPresse / Roberto Monaldo

LaPresse / Roberto Monaldo

Sono arrivati anche i complimenti del Premier Matteo Renzi che, tramite twitter, ha voluto rendere onore al nuovo campione del mondo di salto in alto: “E intanto facciamo i complimenti a @gianmarcotamber che ha fatto capolavoro stanotte a Portland ‪#‎orgoglioItalia‬ Due e trentasei, oro!”