Venerdi 9 Dicembre

Atletica – eluso controllo, la gioia di Howe: “ora tornerò a vincere!”

LaPresse/Daniele Badolato

Andrew Howe su di giri per la decisione presa dal TNA: l’azzurro pronto a tornare più in forma di prima

Il Tribunale Nazionale Antidoping ha annunciato ieri l’assoluzione degli 8 atleti italiani deferiti per eluso controllo antidoping. Tra gli atleti anche Andrew Howe, felicissimo per la decisione presa dal TNA e pronto a tornare a dare il meglio di sè. “Sono felice, ora tornerò a vincere“, ha dichiarato l’atleta.

Action Images

Action Images

Quando ho saputo dai miei avvocati che il Tna aveva pronunciato la mia assoluzione con formula piena per la vicenda disciplinare di doping che mi ha ingiustamente coinvolto lo scorso dicembre 2015, sono esploso di gioia. E’ stata dura dover accettare, in silenzio e per mesi, che il mio nome e la mia faccia venissero sbattuti ripetutamente sulle prime pagine di tutti i giornali sportivi abbinate alla parola ‘doping’, che ho timore anche di pronunciare da quando ho iniziato a calcare le piste di atletica“, ha continuato Howe in una nota del suo avvocato. “Ad un passo dalle Olimpiadi di Rio e in un periodo così difficile per la mia carriera sportiva, in cui sto cercando di tornare con duro allenamento sui campi di atletica, è stato tanto faticoso portare sulle spalle anche questo peso e ritrovare la voglia di vincere e di credere ancora nello sport pulito, quello che ho sempre praticato e di cui vado orgoglioso.

Daniele Badolato

Daniele Badolato

Ho capito, però, tante cose. Ad esempio quanto sia brutto sentirsi accusati pur sapendo di non aver fatto nulla per trovarsi in tale condizione e, anzi, avendo fatto sempre di tutto per essere corretto ed irreprensibile“, ha aggiunto l’azzurro. “Ho capito anche chi sono le persone che mi vogliono davvero bene e quelle che, invece, non si sono neppure preoccupate di farmi una telefonata di solidarietà. Io tornerò a vincere, e lo farò per me stesso, per le persone che mi hanno sempre sostenuto ed anche per quelle che, invece, hanno pensato che con questa vicenda la mia vita sportiva fosse definitivamente finita“, ha concluso Howe.