Domenica 11 Dicembre

Amnesty International denuncia: “Mondiale 2022 costruito sugli abusi dei diritti umani”

Duro attacco di Amnesty International al Qatar e alla Fifa. L’organizzazione sottolinea le pessime condizioni in cui operano i lavoratori in vista del Mondiale del 2022

Nuova denuncia di Amnesty International sui preparativi in Qatar per i Mondiali del 2022. L’associazione fa sapere che gli operai sono costretti ai lavori forzati visto che si trovano a vivere in alloggi squallidi, a pagare per essere assunti oltre a vedersi trattenere gli stipendi e i passaporti. Amnesty punta il dito contro la Fifa, accusandola di non fare nulla per fermare un Mondialecostruito sugli abusi dei diritti umani“. Il Qatar, dal canto suo, fa sapere che indagherà su queste accuse, ribadendo che il welfare dei lavoratori immigrati è “una priorita‘” e sottolineando il proprio impegno a riformare le leggi sul lavoro. Non è tardata ad arrivare anche la risposta della Fifa, che ricorda che sono state già prese delle misure che hanno migliorato la situazione degli operai. “Tutti i lavoratori non vogliono altro che il rispetto dei loro diritti: essere pagato alla scadenza, lasciare il Paese se ne hanno bisogno ed essere trattati con dignità e rispetto“, le parole di Salil Shetty, segretario generale di Amnesty. (ITALPRESS)