Mercoledi 7 Dicembre

Altruista e generoso: Giacobbe Fragomeni conquista tutti a L’Isola dei Famosi

Il pugile sull’Isola è l’esempio di come dovrebbe essere un vero signore

 Partiamo da un presupposto che è pura realtà: Giacobbe Fragomeni sta all’Isola dei Famosi come un dinosauro sta ai nostri tempi moderni. Forse, proprio per questo, Giacobbe è una spanna sopra tutti gli altri. Vista ieri la puntata dell’Isola, è impossibile non osservare, con incredibile soddisfazione, la signorilità del signor Giacobbe Fragomeni. Visto lì in mezzo, a volte, può far tenerezza. Lui, un campione del mondo di boxe. Grosso. Potente. Atletico.

LaPresse/Marco Lussoso

LaPresse/Marco Lussoso

Eppure, in mezzo agli squali mediatici, anche un campione del mondo di pugilato può sembrare un agnellino sacrificale. Soprattutto dato il periodo. Giacobbe sembra solo, là, sull’Isola. Solo e sperduto. In mezzo a un signorino Alfonsino che “da studio” fa finta di non conoscerne il nome chiamandolo più volte Fregomeni (Alfonso, è il tuo lavoro, istruisciti), a una Paola dal canto stridulo di cavallo in agonìa quando a favore di telecamere, a una Simona che pensa di essere padrona delle terre e delle acque, a una serie di modelli bombati che frignano come bimbi appena sentono la voce di mammà, il nostro Giacobbe dimostra quanto “lord” possa essere, nei fatti e negli atteggiamenti, un pugile.

giacobbe fragomeni Un vero pugile. Un campione. Signore. Altruista. Generoso. Mai polemico. Mai sopra le righe. Dotato di humor. E autoironia. Tutte doti che, sull’Isola, nessuno, prima di lui, aveva portato con sé dall’Italia. Prendete esempio, opinionisti del menga, attori senza film, modelli senza set, storici senza storia: essere signori, si può; l’esempio lo avete sotto gli occhi e si chiama Giacobbe Fragomeni.