Lunedi 5 Dicembre

Allarme terrorismo, blindata l’amichevole tra Italia e Spagna

Jonathan Moscrop - LaPresse

In seguito agli attentati di Bruxelles, sono stati rafforzati i controlli all’ingresso della Dacia Arena di Udine per la partita tra Italia e Spagna

Dopo aver appreso la notizia degli attentati avvenuti questa mattina in Belgio, nei quali hanno perso la vita decine di persone, è tanta la paura anche nel resto d’Europa. Anche l’Italia ha preso i primi provvedimenti a riguardo, ad iniziare dall’aumento di controllo per il prossimo evento sportivo di livello europeo: l’amichevole tra Italia e Spagna di giovedì sera. In occasione della sfida di lusso che si giocherà nella nuova Dacia Arena di Udine davanti a 25.000 spettatori, saranno aumentate le misure di sicurezza. I controlli saranno eseguiti in maniera accurata, con l’utilizzo dei metal detector e dei cani antisabotaggio. La questura ha caldamente invitato gli spettatori ad arrivare allo stadio con largo anticipo, senza portare oggetti proibiti e muniti di documento identificativo. Il servizio di ordine pubblico, garantito da Polizia (anche con il Reparto Mobile di Padova), Carabinieri, Finanza e Polizia locale, vedrà impiegato anche un numero rafforzato di steward.

LaPresse / EFE

LaPresse / EFE

Da segnalare anche le parole in conferenza stampa dell’attaccante spagnolo Pedro Rodriguez che ha prima rivolto il suo pensiero alle vittime, poi ha fatto alcune considerazioni sull’imminente Euro2016: “prima di tutto vogliamo esprimere la nostra solidarietà alle famiglie delle vittime e al Belgio in un momento difficile e di sgomento. Non viviamo un’epoca tranquilla ma dobbiamo andare avanti e avere fiducia nella sicurezza in ciascun Paese, per far sì che nulla possa accadere. Per questo penso e spero che Euro2016 sarà ben protetto e dobbiamo pensare a giocare. Speriamo che non si ripetano situazioni di tensione agli Europei”.