Mercoledi 7 Dicembre

Verso Juve-Napoli, Allegri: “sfida che non vale lo scudetto! Futuro al Chelsea? Solo chiacchiere”

LaPresse/Daniele Badolato

L’allenatore bianconero presenta il big match di domani contro il Napoli, sottolineando come non si tratti di una sfida decisiva per lo scudetto

Ormai il tempo è scaduto, poco più di 24 ore e sarà Juventus-Napoli, la sfida tanto attesa che dirà incoronerà, forse, la prima candidata allo scudetto. Sia i bianconeri che gli azzurri arrivano a questo appuntamento con una lunga striscia di vittorie, ben 14 quelle juventine che Massimiliano Allegri proverà ad allungare proprio allo Stadium domani sera.

Badolato/Lapresse

Badolato/Lapresse

Non ho ancora preparato la partita di domani, c’è tempo – confida l’allenatore toscano in conferenza stampa – Il Napoli sta facendo benissimo, ma noi siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Loro stanno giocando bene e sarà una bella partita sicuramente, ma non credo che sarà una partita decisiva per il campionato perché ci saranno altre 13 gare dopo quella di domani sera. Per la formazione ho ancora due allenamenti per decidere, certamente bisogna pensare anche alla gestione della partita. Più si va avanti e più c’è pressione perché quello che conta è l’obiettivo finale, quindi vincere lo scudetto. Siamo sereni per domani, senza ansia da risultato, sapendo che servirà una grande prestazione“.

Cafaro/Lapresse

Cafaro/Lapresse

L’uomo da tenere d’occhio sarà Gonzalo Higuain che finora non ha sbagliato un colpo andando a segno 24 volte in 24 partite: “Higuain sta facendo il miglior campionato della sua carriera, ha una media straordinaria, con questa media a fine campionato farà 40 gol. È difficile marcarlo – continua Allegri – ma il Napoli non è solo Higuaín, ci sono tanti altri grandi giocatori soprattutto a metà campo e davanti e, cosa molto importante, stanno giocando bene anche di squadra. Sarri? Solo complimenti per lui“. Buffon ha pronosticato un pareggio, Allegri non si sbilancia: “non conosco in che contesto Gigi abbia parlato di pareggio. Domani sarà una partita aperta a tutti risultati e bisognerà essere bravi.

  LaPresse - Daniele Badolato

LaPresse – Daniele Badolato

Rugani? E’ un ottimo giovane che è venuto dall’Empoli e si è ritrovato alla Juventus con quattro tra i difensori più forti d’Europa. Bisogna dargli tutto il tempo di crescere e di giocare senza mettergli troppe pressioni addosso. Tutti quelli che vogliono Rugani in campo se sbaglia poi saranno i primi a criticarlo e siccome lo devo gestire come tutti gli altri io credo che debba continuare così, ma posso assicurare che sarà sicuramente il futuro della Juve e della Nazionale, senza fretta. Negli ultimi due mesi è molto cresciuto, è giovane e deve fare quello che può fare“. Sul proprio futuro, Allegri mette le cose in chiaro: “il mio futuro non destabilizza nessuno, io sto bene alla Juve e non c’è niente di vero riguardo a ciò che è stato scritto.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Dovrei smentire una cosa che non è vera e non destabilizza niente perché siamo professionisti e i giocatori devono pensare solo a fare il loro mestiere. Non ha senso parlare di questo. Vale di più uno scudetto a Napoli o cinque alla Juve? Non so quanto vale uno scudetto a Napoli, ma se la Juve vince il quinto scudetto di fila entrerà nella storia perché ciò è successo solo negli anni ’30. In questo momento è difficile vincere cinque scudetti uno dietro all’altro, soprattutto in Italia“.