Sabato 3 Dicembre

Urlo Babacar, la Fiorentina stende l’Inter e culla il sogno Champions

LaPresse/Massimo Paolone

I nerazzurri sbloccano il risultato con Brozovic, nella ripresa Borja Valero e Babacar regalano i tre punti a Sousa

Se Juventus-Napoli è stata la sfida per il primato, Fiorentina-Inter è lo scontro diretto per il terzo posto che vale l’accesso alla prossima Champions League.

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Le due squadre arrivano al match del Franchi divise da solo due punti a favore dei viola che devono rispondere al sorpasso della Roma, avvenuto grazie alla vittoria sul Carpi. Mancini si affida a Palacio per completare il tridente con Icardi ed Eder mentre Paulo Sousa lancia Tello e Bernardeschi per innescare Kalinic. Nei primi minuti di gioco, la Fiorentina è incontenibile e sfiora il vantaggio in almeno tre occasioni, la più nitida con Ilicic il cui tiro è respinto sulla linea da Telles. L’Inter barcolla ma, lentamente, prova a entrare in partita rendendosi pericolosa con Icardi e Palacio. Intorno alla mezz’ora, sorprendentemente i nerazzurri sbloccano il risultato. E’ Brozovic e concludere magistralmente una bellissima azione corale iniziata da Kondogbia e rifinita da Palacio.

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

La Fiorentina non ci sta e si getta in avanti alla ricerca del pari ma, fino all’intervallo, Handanovic non corre particolari pericoli. Nella ripresa scende in campo una Fiorentina più aggressiva che dopo un quarto d’ora trova il pari con Borja Valero che, tutto solo in area, fredda Handanovic con un preciso colpo di testa. I viola continuano a spingere alla ricerca del vantaggio, l’Inter nel frattempo resta in dieci per l’espulsione di Telles che va anzitempo sotto la doccia per doppia ammonizione. Paulo Sousa si gioca la carta Babacar per mettere ulteriore pressione ai nerazzurri e, proprio l’attaccante senegalese, segna allo scadere il gol che vale il sorpasso. L’Inter va al tappeto, la Fiorentina esulta, il terzo posto torna a colorarsi di viola.