Domenica 11 Dicembre

Tuffi, Tania Cagnotto più forte adesso di quando aveva 27 anni: “contenta di aver continuato”

LaPresse/Reuters

Tania Cagnotto sempre più in forma: carica e pronta per le Olimpiadi di Rio 2016

Manca ancora qualche mese alle Olimpiadi di Rio ma l’attesa cresce sempre più, insieme alle aspettative. Tutti gli appassionati di sport, e non solo, non aspettano altro che i Giochi Olimpici di Rio, l’evento sportivo più importante dell’anno. A Rio l’Italia sa già che vedrà tuffarsi dal trampolino la sua bella e brava Tania Cagnotto, campionessa mondiale in carica, che, in un’intervista ai microfoni di Sky confessa di sentirsi in perfetta forma, più forte adesso, a 33 anni, di quando ne aveva 27. Per Tania sarà la quinta Olimpiade, un traguardo incredibile.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Ma intanto, nell’attesa che arrivi agosto, bisogna pensare a conquistare il pass per il sincronizzato, in coppia con Francesca Dallapè: le due azzurre proveranno a conquistarsi un posto alle prossime Olimpiadi già l’11 febbraio in Coppa del Mondo, proprio a Rio de Janeiro. “E’ cambiato tanto dall’ultima olimpiade, son contenta di aver continuato, perchè ho avuto quattro anni bellissimi, soprattutto l’ultimo, mi sarei persa un sacco di cose se avessi smesso“, ha raccontato Tania. “C’è voluta una batosta del genere perchè ogni tanto la rabbia e la delusione servono, però poi anche la soddisfazione, e quest’anno vincere il mondiale mi ha dato veramente una gran carica“, aggiunge la Cagnotto ricordando la delusione di Londra 2012. “Non mi sarei aspettata di arrivare così bene a 30 ancora, proprio ieri abbiamo fatto i test dei pesi e siamo rimasti stupiti perchè ho fatto il mio record e sembra che sia più forte degli anni passati quindi credevo di aver raggiunto il top a 27 anni invece devo dire che sto veramente bene fisicamente, non ho acciacchi, però per adesso fila tutto liscio“, ha continuato Tania.

LaPresse/Vincenzo Livieri

LaPresse/Vincenzo Livieri

Infine non poteva mancare un commento sull’eventualità di essere la portabandiera azzurra e sulla “sfida” con Federica Pellegrini: “alla fine siamo rimaste in due e son contenta già di essere arrivata fino a questo punto. Tutto dipenderà da chi sceglie, perchè se sceglie il nostro presidente credo che scelga la Pellegrini“, ha concluso ridendo la campionessa azzurra di tuffi.