Giovedi 8 Dicembre

Superbike: Gara1, è battaglia fino all’ultimo giro

La prima gara del mondiale superbike a Phillip Island inizia nel migliore dei modi. Si preannuncia una stagione ricca di emozioni

Durante la notte si è è svolta l’ultima sessione di prove che ha stabilito la griglia di partenza per il primo appuntamento stagionale con il mondiale WorldSBK 2016. La SP2, difatti, ha visto la conquista della Superpole da parte del campione del mondo 2013 Tom Sykes seguito dall’italiano Davide Giugliano in sella alla sua Ducati e dal compagno di team Jonathan Rea. Come molti di voi già sapranno, il nuovo regolamento ha stabilito la suddivisione delle due gare della domenica in due giorni diversi, anticipando Gara1 il sabato e mantenendo Gara2 la domenica.

Nelle prime ore del mattino della giornata odierna, infatti, si è svolto il primo turno di gara che ha visto la difesa del titolo da parte del campione in carica Jonathan Rea con una vittoria incredibile, conquistata l’ultimo giro dopo un sorpasso all’esterno ai danni del pilota Ducati Chaz Davies, per soli 63 millesimi di vantaggio.

SBKI due piloti della Kawasaki ZX-10RS, Sykes e Rea, hanno iniziato fin dal primo giro del circuito australiano la loro fuga, dominando la scena davanti al ducatista Davis che ha avuto uno straordinario inizio. Infatti, il pilota inglese è passato dalla nona posizione in griglia di partenza, alla terza, agganciando immediatamente i due campioni del mondo. Sykes guidava il gruppo di testa durante l’inizio gara ma presto ha dovuto cedere la posizione ad un incalzante Rea che ha imposto un ritmo gara su livelli incredibili. Ben presto il gruppetto iniziale ha iniziato a sfoltirsi fino a formare un trio composto da Rea, Davies e Van Der Mark. Questi ultimi due piloti infatti sono stati gli unici a riuscire a tenere il passo del campione in carica che ha gestito incredibilmente bene la gara, nonostante gli avversari gli stessero con il fiato sul collo. Il driver Kawasaki ha mantenuto la calma e il suo ritmo di gara, fino a quando Davies non si è avvicinato pericolosamente e ormai mancavano pochi giri alla bandiera a scacchi.

SBKEd è proprio all’ultimo giro che Davies ha tentato il sorpasso decisivo e, per un momento, le due moto sono state fianco a fianco, vicinissime, ma poi Rea ha recuperato la leadership con un sorpasso all’esterno che gli ha concesso di tagliare il traguardo in prima posizione, davanti per soli 63 millesimi.
Il terzo classificato è stato Van Der Mark in sella alla Honda, mentre il compagno di squadra, Nicky Hayden, ha concluso la gara in nona posizione. Il primo italiano è stato Davide Giugliano del team Ducati Aruba.it che si è piazzato in quarta posizione. Dopo un grande avvio Sykes è sparito dai vertici alti ed ha concluso la gara in quinta posizione, mentre il campione 2014 WorldSBK Sylvain Guintoli ha ottenuto il miglior risultato di Yamaha con il sesto crono, mostrando un grande potenziale della YZF R1. Brutto inizio invece per Alex Lowes che ha dovuto abbandonare la gara a causa di una caduta.  Adesso non resta che attendere Gara2, e questa volta, per la prima, i piloti potranno dormirci sopra prima di affrontarla. Speriamo solo sia emozionante come Gara1.