Giovedi 8 Dicembre

Spalletti, dottor Roma: “il problema è mentale, ieri passo indietro”

LaPresse/Alfredo Falcone

Terzo successo consecutivo e terzo posto che dista solo due lunghezze, ma Luciano Spalletti non è del tutto contento della prestazione della sua Roma

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Una vittoria con vista speciale sull’Europa. Quella più prestigiosa, fascino da Champions League. Che oggi, grazie ai tre successi consecutivi conquistati nelle ultime gare in campionato, per la Roma è distante solo due lunghezze. Impensabile fino a qualche settimana fa. Primi segnali della cura Spalletti, ma la guarigione definitiva è però ancora lontana: “E’ una Roma che ci deve spiegare cosa vuole fare. Quando – afferma Luciano Spalletti ai microfoni di Premium Sport – sei convinto che abbia imboccato la strada giusta, si ritorna indietro. Avevamo preparato una vittoria gestibile dopo il 2-0, poi abbiamo preso gol e abbiamo invertito i buoni propositi.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Per fortuna abbiamo vinto la gara, alla fine potevamo pareggiarla ma abbiamo meritato la vittoria perché abbiamo fatto due gol e sbagliati altri tre ma non possiamo subire questa involuzione all’interno della stessa gara, segno che dobbiamo migliorare ancora molto”. E se il rimedio non è ancora stato trovato, Spalletti ha individuato la causa: “Il problema è mentale, la prima cosa che sale agli occhi è che dobbiamo essere più tranquilli anche con il risultato in bilico. Nella ripresa doveva essere tutto più facile ma a livello psicologico eravamo intimoriti e in alcuni momenti siamo andati in confusione”.