Domenica 4 Dicembre

Rugby-Sei Nazioni: Sergio Parisse suona la carica: “contro la Francia sarà una battaglia”

LaPresse/PA

Domani l’esordio al Sei Nazioni per l’Italia che sfiderà la Francia allo ‘Stade de France’. Sarà un match speciale per il capitano azzurro Sergio Parisse

Solamente poche ore e inizierà il Sei Nazioni di Rugby che vedrà l’Italia impegnata nella sfida contro la Francia di domani, in programma allo ‘Stade de France‘.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

L’impianto francese riaprirà i battenti dopo l’attentato di Parigi del 13 novembre per ospitare una ‘classica’ della palla ovale, un match sentito da una parte e dall’altra. Chi proverà un brivido particolare sarà il capitano azzurro Sergio Parisse, parigino d’adozione visto che dal 2005 è in forza allo Stade Francais, formazione campione di Francia in carica. “Sabato è una partita di rugby, francesi ed italiani insieme allo stadio per godersi una bella giornata e spero una bella partita. Cinquantamila persone sugli spalti? Penso sia soprattutto legato all’atmosfera che inevitabilmente ancora si respira – confida Parisse – non penso c’entri l’eliminazione subita dalla Francia ai Mondiali, i sessanta punti presi dalla Nuova Zelanda. Di sicuro la Francia vorrà mostrare di avere un nuovo dna, un nuovo spirito. Negli ultimi anni le critiche al gioco dei Bleus non sono mancati. Vorranno giocare la palla, impostare una partita di movimento: dovremo evitare di cadere nella trappola di inseguire il loro ritmo, concedere pochi palloni alla loro linea arretrata.

LaPresse/ALFREDO FALCONE

LaPresse/ALFREDO FALCONE

Il nostro gioco tattico e la nostra occupazione del territorio saranno cruciali”. Parisse conosce bene la Nazionale francese e la descrive così: “palla in mano i francesi possono mettere chiunque in difficoltà, hanno le doti tecniche per farlo. Ma contro un avversario che difende, che li mette in difficoltà, diventano vulnerabili come qualunque altra squadra. Per questo dalla nostra squadra dobbiamo volere una partita di combattimento. E’ una nostra caratteristica: essere competitivi in mischia, in maul, nei punti d’incontro. La Francia non è da meno, sarà una grande sfida dal punto di vista fisico”.