Sabato 10 Dicembre

Rugby, Jacques Brunel: “nessuna recriminazione”

LaPresse/Alfredo Falcone

Jacques Brunel non ha molto da recriminare: il ct azzurro spiega il perchè della sconfitta contro l’Inghilterra

L’Italia del rugby, dopo la bella prestazione contro la Francia all’esordio dell’RBS Sei Nazioni non è riuscita a fare altrettanto bene ieri all’esordio casalingo contro l’Inghilterra. Dopo un primo tempo equilibrato, gli azzurri hanno ceduto agli avversari guidati da Eddie Jones e sono usciti brutalmente sconfitti. Il match è terminato col risultato di 9-40. “Nel primo tempo siamo stati davvero competitivi. Abbiamo gestito con difficoltà alcuni momenti sotto pressione ma abbiamo comunque imposto qualcosa all’avversario nel primo tempo. Abbiamo perso in successione 4 giocatori per infortunio ma non ci sono recriminazioni contro questa Inghilterra. Siamo cambiati molto nell’impeto in campo perdendo molto velocemente giocatori con potenza fisica come Fuser e Zanni. Dobbiamo imparare a giocare sotto pressione. Abbiamo mal gestito il gioco al piede inglese: nel contrattacco potevamo fare meglio”, ha spiegato il ct azzurro Jacques Brunel.