Domenica 11 Dicembre

Rugby in lutto, è scomparso a 77 anni Guglielmo Colussi

La Federazione Italiana Rugby piange la scomparsa di Guglielmo Colussi, figura storica del rugby capitolino: minuto di silenzio su tutti i campi del weekend

Una notizia che ha provocato lacrime e dolore all’intero mondo del rugby italiano. Come si legge su un comunicato apparso sul sito ufficiale della FIR, “La Federazione Italiana Rugby, il Presidente federale Alfredo Gavazzi e tutto il Consiglio sono rattristati nell’apprendere della scomparsa, avvenuta a Roma nella notte all’età di 77 anni, di Guglielmo Colussi. Figura storica del rugby capitolino, aveva indossato in carriera le maglie di Lazio, Roma Rugby, Cus Roma e dell’Esercito ed aveva debuttato in Nazionale giovanissimo, appena diciannovenne, affrontando la Francia ad Agen il 7 aprile del 1957 schierato come centro nella partita persa dagli Azzurri per 38-7.

Un anno dopo, come mediano di mischia, era stato nuovamente titolare a Napoli nella sconfitta per 3-11 sempre contro i Bleus, per poi tornare a vestire l’azzurro sei anni più tardi nella vittoria di Bologna contro la Germania, questa volta come estremo. La sua settima ed ultima apparizione, a coronamento di una carriera internazionale durata undici anni, lo aveva visto con la maglia numero dieci di mediano d’apertura il 12 maggio del 1968 a Lisbona. Sempre attivissimo nell’ambiente rugbistico romano anche dopo l’addio al rugby giocato, era stato dal 2003 al 2009 presidente dell’Unione Rugby Capitolina. Alla famiglia Colussi vanno le più sentite condoglianze del Presidente Gavazzi e di tutto il rugby italiano. In memoria di Guglielmo Colussi, Azzurro n. 164, verrà osservato nel week-end su tutti i campi d’Italia un minuto di silenzio”.