Sabato 10 Dicembre

Rapina Insigne, parla l’agente: “poteva finire in tragedia”

LaPresse/Gerardo Cafaro

Superata la grande paura per la rapina subita, l’agente di Lorenzo Insigne confessa: “Poteva finire in tragedia”

Napoli Vs LazioUna vicenda da lasciarsi al più presto alle spalle, anche se una paura così grande ha bisogno di tempo per essere definitivamente superata. Due uomini che si avvicinano alla macchina, pistola puntata in viso, oggetti di valore e soli intascati e poi la beffa “dedicami un gol con la Fiorentina”: un sabato notte da incubo quello vissuto da Lorenzo Insigne. A poche ore dalla sfida con la Viola, l’agente dell’attaccante del Napoli torna a parlare di quanto accaduto ai microfoni di Radio Marte: “La situazione di Lorenzo è quella di una persona che ha subito un grosso spavento, attimi di terrore che però quando finiscono ti portano a pensare che è andata tutto bene, oltre i danni materiali. Episodi – le parole rilasciate da Antonio Ottaiaono e riportate da TuttoNapoli.net – di questo tipo molte volte possono anche trasformarsi in tragedia. Già da ieri era abbastanza sereno, ora deve solo voltare pagine e non diventare qualcosa di più grosso. Letture particolare di questa vicenda sono il frutto di una campagna contro questa città, di un messaggio sbagliato che arriva fuori da Napoli. E’ solo sciacallaggio, ci sono tanti casi di episodi di questo genere avvenuti fuori da Napoli ma non si è fatta nessuna dietrologia. Abbiamo sempre venduto male la nostra città”.