Sabato 10 Dicembre

Quagliarella, scossone alla Sampdoria: “adesso basta fare le fighette”

LaPresse/Valerio Andreani

Fabio Quagliarella prova a scuotere l’ambiente Sampdoria in vista della delicatissima sfida con il Frosinone: parole davvero importanti quelli dell’attaccante arrivato a Genova lo scorso gennaio

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

E’ l’ultimo arrivato in casa Sampdoria, eppure il momento blucerchiato sembra conoscerlo meglio di chinque altro. “Capisco la preoccupazione dei tifosi, che è anche la nostra. Però trasformarla in ansia sarebbe un errore. Capisco che parlare così potrebbe dare l’impressione di voler semplificare le cose. Starà a noi dimostrarlo sul campo”. E la cura Fabio Quagliarella sembra averla già individuata. “Noi dobbiamo metabolizzare velocemente questa situazione. Volenti o nolenti siamo lì. La realtà ci dice che dobbiamo conquistare 3 punti fondamentali contro il Frosinone. Con l’atteggiamento che richiede questo genere di partite, coltello tra i denti, concreti e essenziali. Lasciando da parte il fioretto e le giocate da fighette. Poi ci sarà il periodo nel quale ci potremo magari divertire di più. Io ci credo”, le parole dell’attaccante della Sampdoria rilasciate in una lunga intervista al Secolo XIX in edicola stamane. Grinta, determinazione e l’aiuto del Ferraris: “Dobbiamo riuscire a trascinare il pubblico. Gol alla Quagliarella? Se capita ci provo, ma per battere il Frosinone mi accontenterei di segnare il gol più brutto della mia carriera”.