Martedi 6 Dicembre

Pattinaggio, Carolina Kostner annuncia: “rientro a settembre, non sono un robot”

LaPresse/Fabio Ferrari

La pattinatrice azzurra mostra la sua felicità dopo la fine della squalifica ma rimanda a settembre il suo ritorno alle gare

La squalifica è alle spalle, la carriera può finalmente ripartire, mettendo alle spalle un brutto capitolo appena concluso. Carolina Kostner finalmente può sorridere, la vicenda legata al suo ex fidanzato Alex Schwazer può considerarsi conclusa anche se, per il ritorno alle gare, bisogna attendere ancora un pò.

kostner_4Mi sono sempre chiesta come si fa a smaltire nervosismo prima di parlare ma poi mi sono detta che è come prima di scendere in pista” commenta la pattinatrice italiana durante una conferenza stampa tenuta presso la sede dell’Istituto superiore studi penitenziari di Roma. “Ho deciso di rientrare a settembre, a inizio stagione prossima. Un rientro prima sarebbe stato prematuro. Devo essere realista, devo riconoscere che il corpo umano non è una macchina, serve tempo e organizzazione, non basta solo il desiderio, bisogna seminare prima di raccogliere, ecco perché della decisione arrivata dopo una analisi con il mio staff e i miei allenatori. Sono passati 35 giorni dalla fine della squalifica e la leggerezza si sente, la consapevolezza che posso prendere in mano il mio futuro e che ho tutte le porte aperte, questo mi riempie di entusiasmo. Ho avuto modo di riflettere, crescere e lavorare in questo periodo. Ho fatto una prima gara in Giappone dove la preparazione e lo svolgimento sono stati speciali, una cosa completamente nuova, l’ho vissuta in modo diverso a dimostrazione che nella vita non si smette mai di imparare“.

kostner_intimissimionice_2 Infine Carolina Kostner sottolinea: “in due anni di stop ho imparato molte cose da tanti punti di vista, anche artistici, perché essendo stata ferma come atleta ho scoperto un mondo gigantesco che è quello dell’arte che rappresenta la nostra nazione, storicamente e culturalmente. Spero di collegare queste cose imparate assieme a quanto fatto fin ora per fare un passo avanti. Poi vedremo cosa mi presenterà la vita. Lo affronto con serenità ed entusiasmoUn mio rientro ai Giochi olimpici di Pyeongchang? Ci sono ancora due anni, ora mi preparo a mettermi sul divano a vedere Rio, o forse dal vivo, chissà…”.