Domenica 4 Dicembre

Moto Gp, Marquez insoddisfatto nonostante il quarto posto di oggi a Sepang

LaPresse/Reuters

Marquez migliora ma non è completamente soddisfatto dei risultati ottenuti in pista

E’ andata di scena oggi a Sepang la seconda giornata di test invernali. Dopo il deludente settimo posto di ieri, Marquez ha chiuso la giornata di oggi con un ottimo quarto posto, che però non soddisfa del tutto il pilota di Cervera. “Non abbiamo ancora sotto controllo i nostri problemi”, ha infatti dichiarato Marquez dopo la sessione giornaliera.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

All’inizio ero molto preoccupato, ma poi ho sentito più tardi dalla Michelin che lo pneumatico non aveva la pressione corretta. Per questo lo pneumatico è esploso”, ha aggiunto il 22enne della Honda commentando l’incidente di Baz. “Naturalmente, non è stato un bello spettacolo. Ma io non sono più preoccupato, perché in questo momento le gomme stanno lavorando davvero bene. Tutti i piloti hanno fatto parecchi giri ed è stato un incidente isolato, dovuto al fatto che la pressione non era corretta”, ha aggiunto Marquez che ha provato oggi il nuovo motore: ho provato il nuovo motore. Il problema è che l’elettronica è ancora lungi dalla perfezione, quindi abbiamo deciso che lavoreremo solo con un motore su questo fronte. Saremo in grado di provare di più quando entrambe le moto saranno equipaggiate con lo stesso motore. Ma domani dovremo confermare ancora le nostre impressioni”. “Il problema più grande è l’uscita di curva, non appena tocco il gas fino al successivo punto di frenata. Sembra anche che il cambio nell’ultimo anno fosse più delicato. Ci stiamo lavorando. Sul rettilineo non perdiamo tempo, ma in alcune curve le operazioni di cambio nell’ultimo anno erano più soft”, ha spiegato Marque che poi riconosce che le Yamaha e le Ducati stanno riuscendo a lavorare meglio con la nuova elettronica: “sembra che l’elettronica di Yamaha e Ducati lavori meglio. In questo momento non abbiamo i nostri problemi sotto controllo, ma siamo solo al secondo giorno di test, c’è ancora tempo”.