Domenica 4 Dicembre

Moto GP, Lorenzo alla Ducati? Ecco come la pensa Jorge

LaPresse/Reuters

Jorge Lorenzo presto in casa Ducati? Il maiorchino spiega come stanno le cose

La Moto Gp è tornata nelle case di tutti gli appassionati: la scorsa settimana i piloti sono saliti nuovamente in sella alle loro moto per i primi test della stagione, svoltisi a Sepang. Le più veloci sono state le Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Quindi tutte le attenzioni sono puntate su solo due, oltre che sul grande ritorno di Casey Stoner, in particolar modo sul campione del mondo in carica, che è riuscito a chiudere con un grande vantaggio sugli altri colleghi. In un’intervista a Motorsport.com il maiorchino oltre a commentare i risultati ottenuti nei giorni di test ha parlato della sua vittoria del 2015: “sarebbe stato molto frustrante perderlo. Sono stato il piu’ veloce con un certo margine nella maggior parte delle gare, oltre al fatto che siamo stati la squadra che ha lavorato al meglio. Perdere a causa della sfortuna che abbiamo avuto in qualche Gran Premi sarebbe stato molto deludente. Ci sono persone che dicono che Lorenzo non e’ mentalmente molto forte, ma quando si analizza la mia carriera in MotoGP, lasciando il primo anno da parte (2008) e il 2014, quando sono arrivato terzo, ho sempre vinto o sono finito secondo. Fare quello che ho fatto e’ molto difficile. Se non sei mentalmente forte e’ impossibile da fare. Ed e’ per questo che non capisco le critiche. Se sono fisicamente al meglio e piu’ convinto, allora posso alzare il livello un po’ . Ma quando non sono al mio meglio sono ancora li’, in lotta per il titolo“.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Negli ultimi tempi si parla molto di un possibile trasferimento di Jorge alla Ducati, che sembra corteggiarlo, ma Lorenzo pare non abbia intenzione di cambiare team: “anche nei momenti piu’ difficili ho detto che il mio sogno era quello di andare in pensione qui. E non solo, ma dopo il titolo penso che sia possibile diventare il pilota di maggior successo con la squadra. Sarebbe un sogno. Per me questa squadra ha la priorita’ assoluta, e’ importante per loro il valore di cio’ che gli ho dato. Dopo l’ultimo titolo di Valentino nel 2009, l’unico che ha vinto con la Yamaha sono io“, ha affermato il campione del mondo in carica.