Domenica 4 Dicembre

Moto Gp: Livio Suppo sulle scadenze di contratto: “potrebbero esserci grossi cambiamenti”

Livio Suppo commenta il lavoro effettuato finora ai test invernali di Moto Gp, e sulle scadenze di contratto…

La stagione 2016 di Moto Gp si avvicina sempre più. I piloti sono tornati in sella alle loro moto nelle due sessioni di test invernali a Sepang e Phillip Island e la prossima settimana scenderanno in pista in Qatar, per l’ultima volta prima dell’esordio stagionale. Ospite della redazione di LaPresse a torino, Livio Suppo, team principal della Honda ha commentato proprio queste due sessioni, tra cambi di regolamento e grandi ritorni.

marquez pedrosaSiamo quasi pronti, abbiamo altri 3 giorni di test in Qatar poi inizierà il Mondiale. Per ora sono stati test anomali, ci sono molte cose nuove a partire dalle gomme Michelin al posto di Bridgestone e c’è un software unico per tutti i piloti. Noi abbiamo anche un motore nuovo, difficile da gestire ma che rende più guidabile la moto. A Sepang abbiamo fatto un po’ di fatica con il software, per fortuna gli ingegneri sono riusciti a comprendere meglio come farlo lavorare e alla fine Marc (Marquez, ndr) era molto soddisfatto. Dani (Pedrosa, ndr) su quella pista fa più fatica ma siamo fiduciosi per i test in Qatar dove Ducati e Yamaha saranno competitive: da lì inizieremo a capire il livello di quest’anno“, queste le prime parole di Suppo in vista dell’esordio stagionale.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

Impossibile non parlare del grande ritorno sulle due ruote di Casey Stoner, testimonial e tester ufficiale della Ducati, che in molti vorrebbero nuovamente vedere gareggiare: “con Casey è sempre difficile capire bene le sue intenzioni: io dubito, sebbene sia ancora molto giovane e veloce, voglia fare un mondiale intero. Non gli piaceva l’ambiente e stare tanto fuori casa ma gli piace così tanto guidare una moto che non riesce a starne lontano. Ha un talento incredibile, nei test è stato più veloce delle Ducati in pista, ma non so se farà delle gare: per gli appassionati sarebbe una cosa bella”, ha spiegato il team principal della Honda.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

In Moto Gp è tempo di scadenze di contratti per molti piloti: “potenzialmente il prossimo anno potrebbero esserci grossi cambiamenti. E’ presto per dirlo se avverrà o no: noi abbiamo già dichiarato che abbiamo una squadra che ci piace molto, con due piloti che è difficile trovarne di migliori. In Yamaha, Valentino ha già dato dei segnali forti che vorrebbe continuare altri 2 anni, Jorge vorrebbe firmare ancora prima del Qatar. In linea generale se Honda e Yamaha andranno bene, come credo accadrà, alla fine potrebbe succedere che siano solo tante parole per nulla. Se invece dovessero esserci degli exploit di Ducati o della stessa Suzuki allora qualche top rider potrebbe anche essere interessato a cambiare“, ha continuato Suppo.