Venerdi 9 Dicembre

Moto Gp, Dall’Igna spiega perchè Stoner non gareggerà

LaPresse/Simone Rosa

Casey Stoner non gareggerà: Luigi Dall’Igna spiega perchè, secondo lui, l’australiano non tornerà a correre

La stagione di Moto Gp sta per entrare nel vivo. I piloti sono già saliti in sella alle loro moto per le prime due sessioni di test invernali e si apprestano adesso a disputare gli ultimi test in Qatar prima dell’esordio stagionale previsto proprio negli Emirati il 20 marzo.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

Ad attirare l’attenzione su di sè, in particolar modo nei test di Sepang, è stato Casey Stoner, collaudatore e testimonial ufficiale della Ducati che ha dimostrato subito di essere competitivo. Tante quindi le voci su un suo possibile ritorno in gara ma, Luigi Dall’Igna, ‎General Manager Ducati Corse, ha spiegato perchè, secondo lui, il pilota australiano non tornerà a gareggiare. “Molti dicono che la presenza di Casey possa essere dannosa ma io non la vedo così. Secondo me la sua esperienza, la sua velocità e la sensibilità ci aiuteranno molto…“, ha dichiarato Dall’Igna a Motorsport.com. “Per quanto riguarda Stoner, se fossi in Casey non cercherei di correre. Dunque non farei dei fine settimana di gara. Prima di tutto non è fisicamente pronto per sostenere un weekend completo, poi ora sta imparando un nuovo ruolo, quello di tester, che prevede competenze diverse da un pilota che corre nei fine settimana di gara”, ha aggiunto il General Manager Ducati.