Domenica 11 Dicembre

Moto Gp, Casey Stoner zittisce tutti

LaPresse/Simone Rosa

Casey Stoner cerca di mettere in chiaro le cose una volta per tutte: non progetta di tornare a correre

Sono finiti ieri i tre giorni di test di Moto Gp andati di scena a Sepang. Tutti gli occhi sono stati puntati sul grande ritorno di Casey Stoner, che è riuscito ad essere subito competitivo, creando scompiglio tra i fan e gli appassionati delle due ruote. C’è chi parla di un ritorno in gara, chi di una preparazione in vista della stagione 2017, chi spera almeno in una wild card. Ma in pochi danno ascolto al parere del diretto interessato.
LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

Stoner ha infatti ribadito più volte che non ha intenzione di tornare a gareggiare, e che svolgerà esclusivamente il suo ruolo per aiutare la squadra. Nonostante queste dichiarazioni in molti hanno ipotizzato un ritorno in gara, in tanti ancora non credono alle parole dell’australiano e sono certi che il suo obiettivo sia proprio quello di gareggiare. Stoner allora, stanco di tutte queste versioni diverse e contrastanti ha deciso di dire la sua ancora una volta.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

La gente parla troppo. E dice certe cose perché sono competitivo. Ma non mi sono ritirato perché non lo ero più. Magari non duro più di 5-6 giri perché non sono allenato (ride, n.d.r.). Non ci sono piani per correre“, ha infatti spiegato Stoner in un’intervista a “La Gazzetta dello Sport”.”Io non avrei mai voluto andarmene da qui, la Ducati è dove mi ero immaginato di restare per sempre e finire la carriera. Poi le cose sono andate in un certo modo, ma non è stata una separazione tesa, con la maggior parte del team ho sempre avuto un ottimo rapporto. Vederli fare così fatica questi anni è stato triste“, ha infine aggiunto l’australiano parlando della sua separazione con la Ducati.