Venerdi 9 Dicembre

Mancini, tra amarezza e ironia: “Resto all’Inter, se non mi mandano via prima”

LaPresse/Spada

L’allenatore dell’Inter Roberto Mancini torna a parlare del suo futuro e prova a ridare serenità ad un ambiente in crisi dopo gli utimi risultati negativi

Resterò all’Inter nella prossima stagione, se non dovessero mandarmi via”. Sorriso che potrebbe nascondere molto, anche un pizzico di preoccupazione. Perché dopo il trend negativo delle ultime gare dalla società nerazzurra hanno rimesso in discussione il futuro di Roberto Mancini. E lo sa benedissimo anche l’allenatore stesso: “Il campionato più bello del mondo rimane la Premier, ma penso solo all’Inter. Cambiando così tanto non è stato facile, e all’inizio è andata benissimo. Ora qualcosa abbiamo pagato, ma i giocatori hanno fatto tutto il necessario”. In conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Fiorentina, Mancini prova a dare un pizzico di serenità ad un ambiente depresso dopo il pareggio con il Verona e la sconfitta nel derby: “La squadra sta bene e, nonostante il 3-3 di Verona, la squadra ha fatto bene e meritava di vincere. Ho sensazioni positive per domani. Sarà una sfida molto importante, la presenza di Thohir ad Appiano aiuta molto: è un momento decisivo della stagione”. E di conseguenza anche per il futuro dello stesso Roberto Mancini.