Venerdi 2 Dicembre

Lite in tv, tensione e poi le scuse: Mancini come Ibra, rose a casa della giornalista

LaPresse/Spada

Dopo il diverbio in diretta televisiva con la giornalista Mediaset Mikaela Calcagno, Roberto Mancini ha inviato un mazzo di rose per scusarsi

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

La tensione per un derby perso malamente, un gesto poco carino nei confronti di alcuni tifosi del Milan al momento della sua uscita dal campo, poi attimi di nervosismo in tv. E’ stato un post derby abbastanza turbolento quello di Roberto Mancini: l’allenatore dell’Inter ha risposto in maniera tutt’altro che pacata ad una domanda da parte della collega di Mediaset Mikaela Calcagno, rea secondo il tecnico nerazzurro di avergli posto alcune domande ‘scomode’. Polverone che si è subito (e giustamente) alzato e che ha visto Mancini sul banco degli imputati a pochi giorni dal ‘duello verbale’ con Maurizio Sarri. A provare a riportare il sereno però ci ha pensato lo stesso allenatore dell’Inter: prima le scuse pubbliche attraverso il proprio profilo twitter, ieri l’invio di un mazzo di rose alla giornalista per scusarsi. Un gesto identico a quello di Zlatan Ibrahimovic, che ai tempi del Milan ebbe un diverbio con una giornalista di Sky Sport: anche in questo caso prima parole pesanti, poi rose inviate a casa. Anche i duri in fondo hanno un cuore…