Sabato 10 Dicembre

Kondogbia, l’Inter e il peso…del mercato. Mancini: “è costato tanto, accusa la pressione”

LaPresse/Spada

Arrivato all’Inter al termine di un duello di mercato senza esclusione di colpi, per Kondogbia una prima parte di stagione difficilissima in Italia. Il perché lo svela Mancini…

E’ stato protagonista di un duello di mercato senza esclusione di colpi. In un sabato dello scorso giugno a Montecarlo è andato in scena un vero e proprio gran premio, Inter e Milan protagonisti di sorpassi e controsorpassi (a suon di milioni) per strapparlo al Monaco. Alla fine la spuntò il club nerazzurro, che per Geoffrey Kondogbia arrivò a staccare un assegno da 40 milioni di euro. E proprio il costo del cartellino oggi è un vero e proprio boomerang per il centrocampista francese. Che in questa prima parte di stagione ha decisamente deluso le attese: prestazioni ben al di sotto della sufficienza, un ambientamento sempre più difficile e una presenza in panchina sempre più costante.

Io credo molto in lui – afferma Roberto Mancini in conferenza stampa alla vigilia della sfida con l’Hellas Verona – può migliorare molto, è al primo anno in Italia. Arrivare qui e giocare subito bene è difficile a livello tattico, ma sono certo che diventerà un grandissimo centrocampista. Fa delle cose straordinarie sbagliando cose semplici, ma questo è quello che accade ai giovani che devono crescere”. Una poca tranquillità che secondo Mancini deriva anche dalla pressione per essere costato così tanto: “Probabilmente anche lui sente questo peso, però gli va dato tempo e ogni valutazione è rimandata a fine di questa e della prossima stagione”.