Giovedi 8 Dicembre

Il mister paga caro gli insulti razzisti: squalificato ed esonerato [FOTO]

Il Teglio Veneto, piccolo club di seconda categoria, ha deciso di esonerare l’allenatore dopo i ripetuti insulti razziali rivolti a un avversario

È successo in seconda categoria, precisamente a Teglio Veneto un paesino vicino Portogruaro. L’allenatore della squadra locale, Paolo Moretto, è stato esonerato dopo la squalifica inflittagli dal giudice sportivo, per aver rivolto più volte insulti razziali a un giocatore della squadra avversaria nella partita di domenica contro il Pramaggiore. Il Teglio Veneto ha prontamente esonerato l’allenatore, facendo seguire alla decisione, un duro comunicato sulla pagina ufficiale del club: “La Società appoggia pienamente la decisione e condanna nel modo più assoluto ogni tipo di atteggiamento discriminatorio di origine razziale. La decisione di esonerare l’allenatore è stata maturata già nelle ore immediatamente successive all’incontro di domenica, in quanto il comportamento tenuto dal tecnico nei confronti degli avversari di domenica scorsa non rispecchiava i valori di lealtà e rispetto che la società ha sempre sostenuto e diffonde da sempre in maniera decisa nel mondo dello sport e non solo“.

La società ha poi confermato la propria presa di posizione, a favore dell’integrazione e antirazzista, aggiornando la propria immagine di copertina nella pagina del club, con una foto raffigurante due mani, una bianca e una nera, che si stringono, con il logo della società e la scritta “No to racism”.