Sabato 3 Dicembre

“Gli concedi un cm, lo trasformano in km”, Spalletti, il Real e una distanza ‘letale’

LaPresse/Simone Raso

Luciano Spalletti commenta la sconfitta in Champions League contro il Real Madrid ed elogia la prestazione della sua Roma

ALFREDO FALCONE

ALFREDO FALCONE

“Gli concedi un centimetro, lo trasformano in chilometro”, non poteva usare metafora migliore Luciano Spalletti. Il Real visto ieri all’Olimpico non ha incantato come in altre occasioni, ma alla fine torna dall’Italia con la qualificazione ai quarti di finale in tasca. Una perla di Cristiano Ronaldo, un contropiede letale di Jese. Fine dei giochi, o quasi. “Aveva già deciso di giocare così già prima di arrivare alla Roma, le partite di Champions si preparano mesi prima”, un pizzico di amarezza, tanto realismo, Luciano Spalletti nel post gara riserva anche molti elogi alla sua squadra, rinfrancata dagli applausi dei tifosi nonostante la sconfitta: “Il pubblico della Roma è abituato a vedere grandi partite e sa quando applaudire o meno. La gente sa che i ragazzi oggi hanno fatto una buona prova e che non siamo stati fortunati nei premi ricevuti. Stasera – prosegue Spalletti come riporto da GianlucaDiMarzio.comalla squadra devo dire è stata brava e un po’ sfortunata. Bisogna lavorare, ma siamo sulla strada giusta”.