Lunedi 5 Dicembre

Fifa: Al Hussein chiede il rinvio delle elezioni per la poca trasparenza!

Il principe giordano Ali Bin Al Hussein ha chiesto il rinvio delle elezioni per mancanza di trasparenza: ennesima bufera all0interno della Fifa dopo i casi Blatter e Platini

Nuovo caos Fifa. Ali Bin Al Hussein,  preso atto della bocciatura della sua proposta di introdurre cabine elettorali trasparenti per favorire la regolarità del voto e allontanare ogni sospetto, decide di agire per vie legali chiedendo il rinvio delle elezioni per la sostituzione di Joseph Blatter. Secondo gli avvocati del principe giordano, tra i candidati alla presidenza Fifa, tale bocciatura “calpesta ogni diritto a una votazione corretta e limpida”. La sola raccomandazione in materia di trasparenza da parte della Fifa è quella di non avere con sé cellulari durante la compilazione della scheda del voto. Troppo poco per il quarantenne principe giordano Ali Bin Al Hussein, che accusa la federazione di non aver precisato come intenda vigilare su eventuali comportamenti illeciti e non aver fatto chiarezza sulle possibili sanzioni. Dopo i casi spinosi Blatter e Platini, che hanno portato alla condanna sportiva e annessa inibizione per 8 anni da incarichi per entrambi, altra bufera per la Fifa. Intanto proseguono le “campagne elettorali” degli altri candidati. Fra gli altri, l’italiano Gianni Infantino, attuale segretario generale Uefa, ha promesso in caso di elezione, l’allargamento a 40 squadre del Mondiale 2026.