Venerdi 9 Dicembre

F1, Lewis Hamilton attacca il circus: “le nuove regole sono ridicole”

LaPresse/Xinhua

Il campione del mondo in carica si scaglia contro le modifiche regolamentari che i vertici della Formula 1 vorrebbero apportare per migliorare lo spettacolo

Prima sessione di prove… e non solo per Lewis Hamilton che, tra una fatica e l’altra, ha voluto commentare i cambiamenti regolamentari che i vertici della Formula 1 hanno in mente di apportare per rendere più competitive e spettacolari le gare.
LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

È ridicolo. Quando iniziai a correre in F.1 le vetture pesavano 600 chili, erano veloci e agili e sollecitavano meno le gomme” confida Hamilton. “Ora si parla di farle arrivare a 7oo chili, ma più si appesantisce l’auto, più forza graverà sulle gomme, che andranno peggio. Quindi la Pirelli dovrà lavorare di più per produrne di un nuovo tipo. Poi ci sarà meno carico aerodinamico: per avere monoposto più veloci basta alleggerirle, senza stravolgere i regolamenti“. Se l’obiettivo è quello di migliorare le vetture, Hamilton ha una piccola soluzione: “credo anche che i piloti dovrebbero essere consultati: pure noi abbiamo idee che dovrebbero essere prese in considerazione, specialmente chi corre da 10-15 anni sa cosa serve per migliorare le vetture, anche con così tanti cambi regolamentari uno ha parecchia esperienza“. Infine il campione del mondo esprime la sua opinione sul nuovo format di qualifiche che dovrebbero essere introdotte già dal Gp d’Australia: “la speranza è che il nuovo format porti più sorprese, ma non ci credo tanto. L’unica cosa positiva è che i tifosi vedranno più azione in pista“.