Venerdi 9 Dicembre

F1: le nuove caratteristiche della Ferrari 2016 [FOTO]

LaPresse/FERRARI PRESS OFFICE

Il chief designer e il responsabile della power unit spiegano le caratteristiche della nuova Ferrari SF16-H

Dopo le parole di Maurzio Arrivabene e dei piloti della Ferrari, sono intervenuti alla presentazione della nuova monoposto della “Rossa” il Chief Designer e il responsabile della power unit che hanno spiegato cosa è cambiato rispetto alla vettura dello scorso anno. “E’ qualcosa di estremamente emozionante, abbiamo il grande privilegio di presentare qualcosa di cui stiamo lavorando da tempo. Non ci credevamo finchè non abbiamo visto il prodotto finito. Tante volte ce la siamo immaginata così come è adesso, ma questa mattina vediamo un prodotto veramente concreto. e vedendo questa macchina sono estremamente orgoglioso di quello che abbiamo fatto qui a Maranello, io credo veramente che possiamo fare un bel lavoro e vorrei mostrarvi tutto quello che abbiamo messo all’interno di questa macchina ma purtroppo non c’è il tempo. Ma il chief designer e il responsabile della power unit ci offriranno una panoramica delle caratteristiche principali“, ha spiegato James Allison, il direttore tecnico della Ferrari.

ancora ferrari2La parola dunque a Simone Resta, Chief Designer che ha spiegato le nuove caratteristiche della vettura: “il progetto di questa vettura è partito circa un anno fa, la direzione ci ha fissato una asticella molto in alto e per cercare di raggiungere questi obiettivi abbiamo rivisto la vettura in tutte le zone, in ogni area. Possiamo definire le aree di cambiamento in cinque aree principali: l’area del muso, quella della sospensione anteriore, quella delle fiancate dei radiatori, quella della power unit e quella del retrotreno. Una forma rivista delle fiancate col taglio della carrozzeria e il buco dei radiatori, un’area rivista per trarre il massimo vantaggio sull’efficienza del raffreddamento“.

ancora ferrari8Dopo Resta è intervenuto invece Mattia Binotto, responsabile della power unit: “la power unit sta al centro della vettura. Rispetto alla passata stagiona abbiamo lavorato in due aree: la prima riguarda gli ingombri, abbiamo cercato di ridurli al minimo per liberare spazio all’aerodinamica e rendere il posteriore della vettura più efficiente, per ottenerlo abbiamo spostato il più possibile gli accessori ancora una volta cercando di ridurre al minimo gli ingombri. Non abbiamo lavorato solo sull’architettura ovviamente, sulla prestazione attraverso un miglioramento della combustione, dell’ingresso, la parte di aspirazione della parte ibrida e del turbo, la power unit dell’anno prossimo rappresenta per noi un primo vero step rispetto al passato per scelte tecniche ed innovative”. Infine nuovamente la parola a Resta che ha spiegato cosa è cambiato grazie alla nuova power unit: “il lavoro di squadra sull’installazione della power unit è stato un lavoro eccezionale e ha permesso di creare una linea molto filante sul posteriore“, ha concluso il chief designer della Ferrari.

F1, Vettel alla presentazione della nuova SF16H: “questa auto ci aiuterà a far bene”

F1, Maurizio Arrivabene presenta la nuova Ferrari: “definirla un’auto da corsa è riduttivo” [FOTO]

F1, Raikkonen e le sensazioni sulla nuova monoposto Ferrari