Lunedi 5 Dicembre

F1, Kevin Magnussen non sta nella pelle: “la Renault? Sono dove volevo essere”

LaPresse/PA

Il pilota danese commenta questi primi mesi alla Renault, sottolineando la sua impazienza nello scendere in pista a Melbourne per il primo Gran Premio stagionale

Un futuro che sembrava buio e grigio, un presente amaro e senza prospettive poi, improvvisamente, la luce e la nuova opportunità in Renault. Kevin Magnussen inizia in questa stagione un nuovo capitolo della propria carriera dopo aver rischiato di dire addio alla Formula 1 a seguito dell’allontanamento dalla McLaren.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Restare in F1 è sempre stata la mia prima scelta – confida il pilota danese – ho bussato a tutte le porte, c’erano delle possibilità, ma avrei potuto andare in Indycar o in DTM. Per fortuna non mi sono fatto prendere dal panico e ho aspettato l’occasione giusta. Sono contento che questo non sia accaduto e posso dire che ora sono esattamente dove volevo essere. Ero così eccitato prima dei test con la Renault che praticamente non ho dormito il giorno prima di salire in macchina. Durante le prove ho fatto 264 giri negli ultimi due giorni e sono ancora al settimo cielo, un po ‘esausto sì, ma anche pieno di adrenalina”.

magnussen Kevin Magnussen non sta nella pelle in vista del primo appuntamento stagionale in Australia, dove debutterà con la nuova scuderia insieme al compagno Jolyon Palmer: “se avessero scelto un pilota campione del mondo questo intero piano non avrebbe sensoPenso che se si fanno progetti a lungo termine è necessario investire in maniera giusta e puntare su due giovani piloti per farli crescere insieme, per me è un buon piano. A Melbourne tutto può accadere, anche se non mi aspetto di salire sul podio, bisogna comunque essere preparati e io sono pronto”.