Giovedi 8 Dicembre

F1, Hamilton preoccupato: “Rosberg mi darà filo da torcere. Ferrari? Non mi dice granché”

LaPresse/Reuters

 

In un’intervista esclusiva al sito ufficiale della Formula 1, Lewis Hamilton esprime le sue considerazioni in vista della prossima stagione

La prima sessione di test stagionali è andata ormai in archivio, le scuderie di Formula 1 tracciano i primi bilanci e valutano gli accorgimenti da mettere in atto per colmare le lacune palesate dalle proprie monoposto.

Lapresse/PA

Lapresse/PA

Le buona prestazioni offerte dalla Ferrari, prima con Vettel e poi con Raikkonen, hanno sollevato il campione del mondo Lewis Hamilton che, in un’intervista esclusiva rilasciata al sito ufficiale della F1, auspica che anche la scuderia di Maranello torni a competere per il titolo. “Spero che non sia solo un ‘Lewis e Nico show’. Spero che la Ferrari sia coinvolta nella lotta e che ci sia una forte competizione oltre a quella tra me e Nico. I loro tempi sul giro a Barcellona non mi dicono molto, con quanto carburante hanno girato? Che programma stavano seguendo? A tutte le domande non avremo una risposta fino a Melbourne”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Per quanto riguarda il rapporto con Rosberg, Hamilton non nega che alcune incomprensioni: “è vero, c’è una sfida tra me e Nico. E’ come un piccolo fuoco sul quale ognuno versa un sacco di benzina per renderlo più grande. E poi, naturalmente, anche io e Nico, abbiamo involontariamente versato altra benzina a seconda di chi stava vincendo una gara. Onestamente, lui ha fatto molto bene alla fine dell’anno. Io mi sono comportato come chi era già campione del mondo. Non dico che ho fatto il minimo indispensabile ma se fossi stato ancora in lotta per il titolo, allora avrei dato un 5-10% in più. Ho usato la mia energia altrove ma ora ho di fronte a me l’obiettivo di vincere ancora il titolo e devo accettare che Nico è cresciuto. E’ eccezionalmente veloce e devo alzare anche la mia asticella. Non so come farò ma ho questo obiettivo adesso”.