Martedi 6 Dicembre

El Shaarawy, rinascita giallorossa: “al Milan non avrebbe fatto così bene”

LaPresse/Alfredo falcone

Federico Pastorello, intermediario dell’operazione El Shaarawy-Roma, spiega il perché della rinascita giallorossa del Faraone

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Una rinascita sotto il Colosseo. Perché la nuova vita di Stephan El Shaarawy in giallorosso è iniziata nel migliore dei modi: gol, assist, prodezze e sorrisi. Per la Roma e per la Nazionale, chissà se invece in casa rossonera ci sarà qualche rimpianto: “Se Stephan fosse rientrato a Milano non avrebbe fatto così bene come a Roma. Spalletti è uno dei migliori allenatori italiani e il cambio ha dato vigore alla Roma, che ora può essere il terzo outsider nella corsa per il titolo. El Shaarawy è un giocatore tecnico, nel gioco del Monaco di questa stagione era un pesce fuor d’acqua. Credo siano molte le ragioni per il mancato successo al Monaco forse è anche colpa sua, ma ha giocato poco”, le parole pronunciate a Radio 24 nel corso della trasmissione ‘Tutti convocati’ da Federico Pastorella, agente FIFA e intermediario che ha curato il trasferimento del Faraone alla Roma.