Giovedi 8 Dicembre

Dolce San Valentino per il Milan, Bacca e Honda fanno innamorare Mihajlovic

Lapresse/Spada

I rossoneri stendono il Genoa con un gol per tempo del colombiano e del giapponese. A nulla serve il gol di Cerci nel finale

Continua la rincorsa verso il terzo posto per il Milan che si mette alle spalle il mezzo passo falso compiuto contro l’Udinese e stende il Genoa con un secco 2-0. Grande prestazione per gli uomini di Mihajlovic che sbloccano subito il match con il solito Bacca per poi metterlo in cassaforte nella ripresa con una magia di Honda che incanta San Siro.

Lapresse/Spada

Lapresse/Spada

Mai in partita il Genoa che prova a mettere in difficoltà la retroguardia rossonera senza mai impensierire realmente Donnarumma. Le emozioni arrivano subito, dopo appena cinque minuti, quelli che servono a Bacca per raccogliere un cross di Honda e freddare Perin dal limite dell’area piccola. Colpito a freddo, il Genoa prova ad abbozzare una reazione ma è sempre il Milan a rendersi pericoloso con l’attaccante colombiano, questa volta però anticipato in uscita dal portiere avversario. Nella ripresa Gasperini si gioca la carta Cerci, ma l’ex milanista stenta ad entrare nel vivo del gioco che rimane saldamente in mano agli uomini di Mihajlovic. I minuti scorrono, il Milan gestisce e, nel momento migliore, colpisce. E’ una fantastica conclusione dalla distanza di Honda che regala il raddoppio ai rossoneri e mette in ghiaccio un risultato mai stato in discussione. Nel finale c’è tempo per l’esordio stagionale di Menez che torna in campo dopo tanti mesi passati in infermeria e per il gol dell’ex di Cerci che rende solo meno amaro il passivo per il Genoa. Il Milan continua la sua marcia, il sogno Champions continua ad essere reale, Mihajlovic ha voglia di prendersi tutto.